print preview

Aggiornamento permanente

Dall’entrata in vigore dell’ordinanza sui geometri, nel maggio del 2008, l’aggiornamento permanente figura tra gli obblighi professionali prescritti dall’articolo 22 Ogeom.

La Commissione federale degli ingegneri geometri,
visto l’articolo 22 capoverso 1 leggera g dell’ordinanza sui geometri,
emana il seguente regolamento: 

Art. 1 Scopo e ambito di validità del regolamento

L’articolo 22 capoverso 1 dell’ordinanza sui geometri (Ogeom, RS 211.432.261) disciplina gli obblighi professionali degli ingegneri geometri.

L’ordinanza impone in particolare a ogni ingegnere geometra di approfondire, ampliare e migliorare le proprie conoscenze, capacità e attitudini professionali mediante un aggiornamento permanente
(art. 22 cpv. 1 lett. g Ogeom).

L’obiettivo del presente regolamento consiste nel definire i requisiti minimi per l’aggiornamento professionale degli ingegneri geometri iscritti nel registro dei geometri.

Art. 2 Portata dell’aggiornamento

Ogni persona iscritta nel registro dei geometri è tenuta a dedicare al proprio aggiornamento professionale almeno 16 ore per anno civile. Un giorno corrisponde a 8 ore.

Art. 3 Contenuto dell’aggiornamento (criteri per l’aggiornamento)

Si considera aggiornamento professionale ogni offerta il cui contenuto si riferisce ad almeno un ambito tematico dell’esame di Stato (art. 9 Ogeom).

a   misurazione ufficiale: in particolare organizzazione e procedure della misurazione ufficiale; diritto in materia di registro fondiario, di misurazioni e di geoinformazione;

b   geomatica: in particolare basi geodetiche; metodi di misurazione e di analisi; rilevamento, aggiornamento e gestione di geodati; modellizzazione dei dati; analisi dei dati; visualizzazione;

c   gestione del territorio: in particolare ordinamento del territorio e sviluppo territoriale; ricomposizione particellare e ordinamento fondiario; stime di immobili e terreni; diritti reali e diritto fondiario; diritto in materia di costruzioni, pianificazione e ambiente;

d   gestione d’impresa: in particolare economia aziendale; gestione di progetti; acquisti pubblici; formazione; associazioni professionali, deontologia compresa; diritto pubblico e privato del lavoro, diritto contrattuale, diritto societario.

In caso di dubbio è il presidente della Commissione a decidere se un aggiornamento soddisfa i criteri stabiliti

Art. 4 Forma dell’aggiornamento, categorie di aggiornamento

a) Si considerano manifestazioni di aggiornamento le offerte di formazione organizzate in primo luogo dalle seguenti istituzioni:

  • scuole pubbliche riconosciute
  • organizzazioni istituzionali (Confederazione, Cantoni, Comuni)
  • associazioni professionali (IGS, geosuisse, SIA ecc.)
  • associazioni di utenti (AGU-CH ecc.)
  • produttori di hardware e software.

b) Si distinguono di principio le seguenti categorie di attività di formazione specifiche professionali: 

  • frequenza di manifestazioni scientifiche (ad es. congressi nazionali o internazionali)
  • aggiornamento pratico e orientato alla materia (workshop, stage)
  • incontri di aggiornamento (seminari, corsi)
  • corsi di studio (ad es. corsi di studio con certificato, corsi di studio postdiploma)
  • attività scientifica propria (con pubblicazione su una rivista specialistica riconosciuta)
  • attività di insegnamento o in qualità di esperti della Commissione federale degli ingegneri geometri

Art. 5 Conferma / certificato di aggiornamento 

L’aggiornamento professionale deve essere confermato dal fornitore.

La conferma deve contenere almeno le seguenti indicazioni:

  • cognome e nome del partecipante
  • nome del relatore
  • titolo e contenuto dell’offerta di formazione
  • durata della manifestazione (giorni oppure ore)
  • data della manifestazione
  • organizzatore responsabile, compreso l’indirizzo di contatto
  • luogo e data di rilascio
  • firma dell’organizzatore o del relatore.

Art. 6 Organo di controllo

Spetta all’autorità cantonale competente per la vigilanza sulla misurazione stabilire se debba essere effettuata una verifica regolare o puntuale delle persone iscritte nel registro dei geometri.

Art. 7 Periodo di detenzione

La persona iscritta nel registro dei geometri è tenuta a conservare le conferme/i certificati per un periodo di 5 anni.

Art. 8 Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore il 1° gennaio 2018.

Il regolamento costituisce una precisazione dell’obbligo professionale di aggiornamento permanente sancito dall’articolo 22 Ogeom. Al suo interno sono definiti i requisiti minimi per l’aggiornamento degli ingegneri geometri iscritti nel registro dei geometri.

Aggiornarsi in via permanente non costituisce soltanto un obbligo, bensì una necessità per poter svolgere autonomamente lavori della misurazione ufficiale che va a beneficio degli specialisti e del settore stesso:

chi opera in un settore in continuo cambiamento ha infatti anche la possibilità di contribuire a plasmare tale cambiamento e le persone che riescono meglio in questa impresa sono coloro che si informano e si aggiornano in via continuativa. 

Domande e risposte relative al regolamento

Qui trovate le risposte ad alcune domande poste di frequente. Non avete trovato risposta alla vostra domanda? Inviateci un’e-mail.

Portata dell’aggiornamento

Almeno 16 ore per anno civile.

> articolo 2 del regolamento

Sì. Ogni persona iscritta nel registro dei geometri è tenuta a dedicare al proprio aggiornamento almeno 16 ore per anno civile. Un giorno corrisponde a 8 ore.

> articolo 2 del regolamento

No. Non è prevista alcuna «compensazione» nell'anno seguente.
L'aggiornamento permanente non è soltanto un obbligo, bensì una necessità per poter eseguire autonomamente i lavori della misurazione ufficiale ed è nell'interesse degli specialisti e del settore stesso. L'aggiornamento richiesto dal regolamento ammonta a 16 ore per anno civile, un numero di ore piuttosto modesto se paragonato a quello di altre professioni.

No. L'obbligo professionale di un «aggiornamento permanente» non costituisce soltanto un obbligo, bensì anche una necessità per poter svolgere autonomamente i lavori della misurazione ufficiale. Quest'obbligo non è in alcun modo proporzionale al grado di occupazione.

Cerchio destinatario

Sì. Il regolamento è valido per tutte le persone iscritte al registro dei geometri.

> articolo 22 capoverso 1 Ogeom

Sì. In qualità di persona iscritta al registro dei geometri è tenuto a dedicare al suo aggiornamento almeno 16 ore per anno civile. Un giorno corrisponde a 8 ore.

> articolo 22 capoverso 1 Ogeom
> articolo 2 del regolamento

Contenuto e forma dell’aggiornamento

No. Il rispetto dell'obbligo professionale all'«aggiornamento permanente» compete agli specialisti iscritti al registro dei geometri. 

Molte manifestazioni di aggiornamento e offerte formative sono pubblicizzate

No. La partecipazione a una riunione della direzione o all’assemblea dei soci e/o generale non è riconosciuta come attività di formazione specialistica ai sensi dell'articolo 3 del regolamento, a differenza della frequenza di un'offerta formativa indetta da un'organizzazione istituzionale o da un'associazione di categoria. 

Se tuttavia nell'ambito delle manifestazioni summenzionate viene trattato in modo approfondito un tema specialistico che si riferisce a uno dei quattro ambiti tematici dell'esame di Stato, ciò può essere senz'altro equiparato alla «frequenza di manifestazioni scientifiche con un aggiornamento pratico e orientato alla materia» e dunque considerato come aggiornamento ai sensi del regolamento. A questo scopo l'organizzatore è tenuto a rilasciare una conferma i cui requisiti sono descritti dettagliatamente all'articolo 5 del regolamento.

Sì. Siete tenuti a richiedere una conferma dell'aggiornamento dall'organizzatore.

> articolo 5 del regolamento

No. Sono riconosciute come aggiornamento unicamente le attività indicate all'articolo 4b del regolamento. Ciò significa che viene riconosciuta come aggiornamento esclusivamente l'attività svolta in qualità di esperto nell'ambito della Commissione federale degli ingegneri geometri. Questa scelta è dettata da un lato dal numero relativamente limitato di ore di aggiornamento richiesto rispetto ad altre professioni, dall'altro dai diversi livelli d'esame – attestato federale di capacità ed esame di Stato – che occorre preparare in qualità di esperti.

Un aggiornamento viene riconosciuto per principio se il suo contenuto si riferisce ad almeno un ambito tematico dell'esame di Stato (art. 3 del regolamento). Sono considerate attività di aggiornamento, fra l'altro, la frequenza di manifestazioni scientifiche e l'aggiornamento pratico e orientato alla materia (art. 4 del regolamento).

Con questo regolamento acquista importanza l'informazione relativa alle opportunità di aggiornamento. Siamo lieti di informarvi della possibilità di pubblicizzare di volta in volta le manifestazioni indette dalla vostra organizzazione su www.cadastre.ch. A questo scopo necessitiamo di un breve testo contenente indicazione sulla data, il luogo e l'argomento della manifestazione nonché di un eventuale link a informazioni più dettagliate.

Alla descrizione della manifestazione verrebbe aggiunto in tal caso il seguente testo aggiuntivo: «Un aggiornamento per ingegneri geometri nell'ambito dei loro obblighi professionali (art. 22 Ogeom), raccomandato dalla Commissione federale degli ingegneri geometri».

Scopo del regolamento

Dall'entrata in vigore dell'ordinanza sui geometri, nel maggio del 2008, l'aggiornamento costituisce uno degli obblighi professionali prescritti dall'articolo 22. Il regolamento stabilisce ora i requisiti minimi relativi a tale obbligo di aggiornamento.

Dall'entrata in vigore dell'ordinanza sui geometri, nel maggio del 2008, l'aggiornamento costituisce uno degli obblighi professionali prescritti dall'articolo 22. Nel caso del regolamento non si tratta pertanto di una nuova disposizione, bensì di una precisazione dell'obbligo professionale di aggiornamento permanente stabilito all'articolo 22 Ogeom. L'obiettivo del regolamento consiste nel definire i requisiti minimi per l’aggiornamento degli ingegneri geometri iscritti nel registro dei geometri. Ma l'aggiornamento permanente non costituisce soltanto un obbligo, bensì anche una necessità per poter eseguire autonomamente i lavori della misurazione ufficiale ed è nell'interesse degli specialisti e del settore stesso.

In un contesto che cambia di continuo sia sotto il profilo tecnico che sociale, l'aggiornamento acquista infatti un’importanza crescente. 

Una breve statistica

L'articolo 2 del regolamento stabilisce: «Ogni persona iscritta nel registro dei geometri è tenuta a dedicare al proprio aggiornamento almeno 16 ore per anno civile. Un giorno corrisponde a 8 ore.» 

Al 05.02.2018 il 

  • 13.7 per cento delle persone iscritte al registro dei geometri indicava di non aver svolto alcun aggiornamento nel 2016 e nel 2017, mentre il 
  • 15.7 per cento degli iscritti al registro aveva richiesto la cancellazione dal registro. 

Diversi organizzatori, tra cui ad esmepio Ingegneri-Geometri Svizzera (IGS), geosuisse, l'associazione GEOSummit, Leica e swisstopo, rilasceranno in futuro una conferma su richiesta. In alcuni casi potrete indicare già all'atto dell'iscrizione che necessitate di una conferma. 

Secondo quanto stabilito dal regolamento, per ogni anno civile devono essere documentate 16 ore di aggiornamento. Un giorno corrisponde a 8 ore. Rispetto ad altre professioni, si tratta di un numero di ore relativamente modesto. La conferma dell'aggiornamento minimo ora richiesto secondo il regolamento – prescritta come obbligo professionale dall'entrata in vigore dell'ordinanza sui geometri nel maggio del 2008 – non dovrebbe pertanto rappresentare un onere eccessivo.

Verifica dell’aggiornamento

Già oggi nel caso di numerose manifestazioni di aggiornamento è consuetudine rilasciare una conferma di partecipazione assieme all'iscrizione. Poiché in occasione di queste manifestazioni ha luogo di regola un controllo delle entrate o delle presenze, dovrebbe essere possibile anche rilasciare e consegnare la conferma durante o dopo la manifestazione. 

Non è tuttavia possibile escludere eventuali abusi. Fra gli obblighi professionali è tuttavia previsto anche quanto segue: nei confronti delle autorità di vigilanza federali e cantonali, sono tenuti alla verità e alla presentazione dei loro documenti commerciali (art. 22 cpv. 1 lett. j). Un sospetto di violazione di quest'obbligo professionale comporterebbe inevitabilmente l'adozione di una procedura disciplinare.

Una volta all’anno la Commissione federale degli ingegneri geometri esige da ogni persona iscritta nel registro una conferma dell’aggiornamento permanente sotto forma di autodichiarazione. Non devono essere presentate conferme né certificati. Questi devono tuttavia essere conservati per un periodo di almeno cinque anni e possono essere richiesti in qualsiasi momento dall’organo di controllo.

> Articolo 7 del Regolamento

Ogni anno all’inizio di dicembre la segreteria della Commissione dei geometri invia l’autodichiarazione (modulo) a tutte le persone iscritte nel registro dei geometri. Il termine per la presentazione del modulo scade all’inizio di gennaio dell’anno seguente.

La Commissione dei geometri aprirà un procedimento disciplinare nei confronti delle persone che, in base alla propria autodichiarazione, non hanno provveduto al proprio aggiornamento professionale nella misura richiesta.

> Articolo 2 del Regolamento
> Articolo 25 OGeom

No, se la prima iscrizione nel registro ha luogo durante l’anno civile in corso è esonerato dall’obbligo di aggiornamento ai sensi del regolamento.

No, l’obbligo di aggiornamento viene meno per le persone che si sono iscritte nel registro dei geometri nello stesso anno civile in cui hanno ottenuto la patente di geometra.